Egitto Chiudi
Grecia Chiudi
Kenya Chiudi
Spagna Chiudi
Tunisia Chiudi
Zanzibar Chiudi
Cerca l'agenzia più vicina a te
CERCA la VACANZA cerca per località cerca per nome hotel
CERCA L'OFFERTA
NEWSLETTER

Facebook Google+ Twitter YouTube

NEWS IN PRIMO PIANO

NUOVO COMUNICATO SCONSIGLIO SINAI

Torino, 26/03/2014

OGGETTO: SCONSIGLIO SINAI

Permane in vigore l’aggiornamento sullo stato di sicurezza in Egitto emanato dal Ministero degli Esteri che sconsiglia di effettuare viaggi nella penisola del Sinai, con l’inclusione quindi di Sharm El Sheikh (pubblicato sul sito www.viaggiaresicuri.it, e di cui riportiamo di seguito il testo integrale).

Le località del Mar Rosso lontane da quella regione, tra cui specificatamente Marsa Alam, non sono sotto sconsiglio e quindi tutto vi si svolge con la massima regolarità e soggetto alle normali condizioni generali.

*********************************************************************

“In considerazione del progressivo deterioramento della situazione di sicurezza si  sconsigliano i viaggi in tutta la penisola del Sinai comprese le località balneari ivi situate, quali Sharm el-Sheikh, Dahab, Nuweiba e Taba.  

Si sconsigliano inoltre tutti i viaggi non indispensabili in Egitto in località diverse dalle aree turistiche dell'alto Egitto, della costa continentale del Mar Rosso e di quella del Mar Mediterraneo.

Si continua infatti a registrare in Egitto un clima di instabilità e turbolenza che spesso sfocia in gravi turbative per la sicurezza. Tale perdurante e difficile fase di transizione conferma la possibilità di azioni ostili di stampo terroristico in tutto il Paese, eventualità di cui ogni connazionale che si rechi in Egitto, anche nelle aree turistiche, deve essere pienamente consapevole anche alla luce dell’attentato a Taba che ha coinvolto turisti stranieri e delle minacce diffuse di recente da gruppi jihadisti.

Più in dettaglio, la situazione appare particolarmente problematica nella regione al confine con la Striscia di Gaza, oltre che al Cairo, ad Alessandria, nelle altre principali città del Delta e del Canale di Suez e in tutta la Penisola del Sinai, ove si registra uno stato di tensione significativo dovuto innanzitutto all'attività di cellule terroristiche jihadiste. Altro fattore di rischio nella Penisola del Sinai è legato alla presenza di tribù beduine che si sono in passato rese responsabili di atti di intimidazione e di violenza come blocchi stradali (che hanno coinvolto anche gruppi connazionali), ripetuti sequestri, anche di turisti, in particolare nella zona di Nuweiba e in direzione del monastero di Santa Caterina. In tale contesto, si continua pertanto a suggerire di evitare escursioni fuori dalle istallazioni turistiche ed attenersi tassativamente alle indicazioni diramate dalle autorità locali.

Ove si decidesse comunque di intraprendere un viaggio turistico in Egitto si raccomanda in ogni caso di affidarsi a Tour Operator professionali."

*********************************************************************

 

Cordiali saluti.


Settemari S.p.A.

FOCUS ON: Settemari NEWS!

Credits

Progettazione e realizzazione del sito web, implementazione del CMS TourOp,
impaginazione automatica dei cataloghi PDF e cartacei:

PRAGMA2000

logo pragma200

www.pragma2000.com


Ideazione della linea grafica del sito:

SPIGOLON CALCAGNO

www.spigoloncalcagno.com